#amabiliconfini: “autonarrazione collettiva”

“..La collaborazione con  Gigli e Gigliastri nasce  per avere “un cappello narrativo” di spessore e per essere coerente nella narrazione di periferie e per la metodologia scelta: possiamo parlare di coaching sociale..”

Brunella Guida
coordinamento conduzioni narrative di #amabiliconfini

L’articolo di “L’ora legale”